“100 ANIME” DEGLI ALMAMEDITERRANEA IN FINALE AL CAPITALENT

“100 ANIME” DEGLI ALMAMEDITERRANEA IN FINALE AL CAPITALENT

La nota band sarda, Almamediterranea, in corsa al contest di Radio Capital con “100 anime” un brano che parla di un tema sociale di grande attualità, quello dell’immigrazione clandestina.

Una nuova iniziativa per gli Almamediterranea, band abituata a mettersi in gioco in manifestazioni di carattere nazionale arrivando anche a vincere in diverse occasioni.

Perchè avete deciso di partecipare al Capitalent?

Abbiamo deciso di partecipare al contest Capitalent senza alcun preciso motivo se non la voglia ma soprattutto il piacere di far sentire la nostra musica al pubblico della radio, a un pubblico difficilmente raggiungibile anche sul web. Riteniamo che alcuni contest siano da fare, naturalmente con lo spirito giusto e cioè non agguerriti in cerca di vittoria ma affamati di novità ed esperienze. La band ha sempre partecipato a diversi concorsi nel passato, in primis l’1 M festival che nel 2013 ci ha portati sul palco del concertone del primo maggio a Roma in diretta tv Rai, davanti a quasi un milione di persone per non parlare di chi ci ha visto comodamente seduto in poltrona a casa. Abbiamo sempre accolto i giudizi delle giurie come fossero consigli per crescere e migliorare, ma a volte abbiamo anche capito che la direzione presa fosse quella giusta proprio perché non sempre in linea con alcuni stereotipi in uso, in particolar modo, in Italia.

Per “100 anime” avete scelto un tema molto delicato e discusso in questo periodo

Brano chiaramente dedicato alle immigrazioni cosiddette clandestine, di quelle genti costrette a lasciare le proprie case, villaggi, famiglie e affetti, spinti dal sogno di trovare aldilà del mare, un domani migliore.. costretti dalle guerre volute dai signori del terrore, i veri e soli terroristi moderni, i mercanti di morte che a braccetto con gli Stati e i governi complici, affamano e sventrano ogni minimo resto di speranza. Punta il dito sull’indifferenza, l’intolleranza e l’ignoranza, che rendono le menti dei cosiddetti televisionari, fertili ad ogni sorta di inganno ben articolato e confezionato come la sceneggiatura di un film di guerra o di mafia, creando così paura e diffidenza nei confronti di queste genti in cerca di un posto migliore dove coltivare il
Proprio futuro.

Almamediterranea lanciate un invito ai lettori di musica.vivereacagliari.com 

Invitiamo tutti i lettori e gli utenti a cliccare sul link e prima di tutto ascoltare la canzone, se dovesse piacere allora il voto sarebbe una naturale conseguenza, in questo caso ricordiamo che si possono esprimere, da regolamento, 10 preferenze, anche sullo stesso brano, al giorno ogni giorno fino al 29 Maggio, data di chiusura della prima fase che decreterà l’esclusione delle prime 4 band.

 


Tags assigned to this article:
Contet

Related Articles

Nicola Agus: un viaggio intorno al mondo in 80 strumenti

Agli occhi di Nicola l’apprezzamento delle launeddas deve derivare dalla percezione di “tutto ciò che questo strumento può arrivare a

MUSICA CAGLIARI: LA VERA STORIA DI LUCIO BATTISTI – VEN. 10

Nuovo appuntamento dei “Live di Vivere a Cagliari” dedicato a uno dei più grandi musicisti della storia italiana, Lucio Battisti,

SPETTACOLI CAGLIARI: ARENNERA OPEN STAGE – SABATO 30

La compagnia Intrepidi Monelli continua la serie di appuntamenti di ARENNERA OPEN STAGE – XIII CHIAMATA Venerdì 30 settembre alle

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*