fbpx

Bonus Stradivari 2018: sconto fino al 65% per l’acqusto di strumenti musicali

Bonus Stradivari 2018: sconto fino al 65% per l’acqusto di strumenti musicali

Agevolazione rispervata agli studenti in regola con le tasse di iscrizione. Acquistabili tutti gli strumenti legati ai corsi seguiti.

Torna anche quest’anno il bonus per l’acquisto di strumenti musicali nuovi per gli studenti dei licei musicali, dei Conservatori e degli altri istituti riconosciuti. Si può avere uno sconto del 65% sul prezzo direttamente dal venditore. Per il 2018 si allarga sia la platea delle scuole interessate sia la tipologia di strumenti acquistabili. Le novità in un provvedimento dell’Agenzia delle entrate.

Chi può chiedere il bonus. Il bonus spetta agli studenti in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi dovuti per l’iscrizione all’anno 2017-2018 o 2018-2019. Interessati gli studenti di licei musicali, corsi preaccademici, corsi del precedente ordinamento e corsi di diploma di I e di II livello dei Conservatori di musica, degli istituti superiori di studi musicali e delle istituzioni di formazione autorizzate a rilasciare titoli di alta formazione artistica, musicale e coreutica. Il bonus è riconosciuto per un importo non superiore al 65% del prezzo di acquisto degli strumenti nuovi, per un massimo di 2500 euro per studente. Potrà infatti ottenere nuovamente l’agevolazione anche chi ha utilizzato il bonus in passato al netto dello sconto già ottenuto. Quindi, ad esempio, chi ha già utilizzato un sconto di 1.000 euro lo scorso anno o nel 2016, potrà averne un altro di un massimo di 1.500 euro.

Gli strumenti acquistabili. Lo strumento acquistato deve essere nuovo e coerente con il corso di studi a cui è iscritto lo studente o quanto meno “affine” o “complementare”, in base alla valutazione espressa dalla scuola. Da quest’anno ci sono anche più opportunità anche per chi segue corsi di musica elettronica o musica applicata. Diventa infatti possibile acquistare con lo sconto software dedicato (campionatori, librerie suoni, sequencer) , mixer, e macchine analogiche e computer. Il contributo spetta anche per l’acquisto di un singolo componente dello strumento (ad esempio, i piatti della batteria), ma non per i beni di consumo, come le corde.

Link al decreto

Lo sconto in cassa. Per avere lo sconto occorre richiedere all’istituto un certificato di iscrizione che riporti alcuni dati principali (cognome, nome, codice fiscale, corso e anno di iscrizione, strumento musicale coerente con il corso di studi) e consegnarlo al rivenditore. Lo sconto praticato diventa un credito d’imposta per il negoziante, che per questo prima di emettere lo scontrino deve comunicare all’Agenzia il proprio codice fiscale, quello dello studente e dell’istituto che ha rilasciato il certificato di iscrizione, lo strumento musicale prescelto e il prezzo di vendita.


Tags assigned to this article:
bonusstrumenti musicali

Related Articles

Jazz Island for UNESCO 2018

Due giorni di musica e altro in Sardegna, il 29 e 30 aprile, per la Giornata Internazionale del Jazz in

“ESSERE O DIVENIRE” E’ L’ALBUM DI ESORDIO DI NOOD ARONSON

È disponibile da oggi su iTunes al link l’album di esordio “Essere o divenire” di Nood Aronson con l’etichetta discografica

OTAWA: è uscito il videoclip di “A Night in Sorong” | Spettacolart

“A Night in Sorong”, del duo Otawa, è un brano strumentale elettroacustico di stampo etnico che ricalca le sonorità del

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment