fbpx

CLAUDIA ARU

CLAUDIA ARU

Claudia Aru

Cantautrice

Ultimati con il massimo dei voti gli studi accademici in Storia dell’Arte a Bologna, tra il 2002 e il 2005 Claudia vive a Barcellona dove, oltre a dedicarsi agli studi universitari, si applica negli studi jazz nella scuola “Taller de Musics”.

Nel 2006 va a vivere a New York dove studia canto e partecipa a diverse prestigiose jam session. Nel 2007 frequenta un master sull’organizzazione di eventi culturali all’Università “La Sapienza” di Roma e, parallelamente, studia ancora canto e gestisce diverse jam session della capitale. Nel 2008 torna a vivere in Sardegna e fonda insieme ad Arrogalla – alias Francesco Medda – “Bentesoi”, il duo di musica elettro-folk dalle sonorità dub.

I Bentesoi pubblicano “Tripland” (2008 – disco lanciato dal singolo “My Nation”) e “Folk You!” (2010), prodotti da Nootempo, factory indipendente sarda. Entrambi vantano importanti collaborazioni con artisti sardi e internazionali come Rossella Faa, Marino de Rosas, Benito Urgu, Orlando Mascia, Sa Razza, Randagiu Sardu ed Elena Ledda. In tre anni i Bentesoi calcano i più importanti palchi dei Festival in Sardegna e varcano i confini isolani per alcuni tappe nella penisola e in Europa, anche grazie al supporto del progetto Brinc@. |Ghetta Tassa|Claudia Aru|Biografia|Sa Matriota Productions|CS.31Marzo2016| Pag. 2

Nel 2012 Claudia Aru si dedica al suo primo lavoro discografico da solista e, sempre affiancata dalla Nootempo, ritorna all’acustico lanciando il primo singolo “Aici” (brano che darà il nome all’intero album) accompagnato dall’omonimo video clip.

Il progetto musicale viene presentato il 7 dicembre 2012, in concomitanza con l’uscita del nuovo video clip “Burdu bu” (secondo singolo estratto) nel quale la cantante sarda duetta con il rocker cagliaritano per eccellenza, Joe Perrino (Elefante Bianco, Rolling Gangsters).

In estate presenta il video clip del brano “Lillica Babaiola”. “Aici” contiene diversi generi e racconta atmosfere contrastanti, passando dal blues al country, dal bolero al rock e al gospel con un tocco di swing manouche. Questa varietà sonora si unisce ad altrettanta varietà linguistica. Claudia canta in italiano, spagnolo, inglese, ma soprattutto in sardo, vero protagonista di questo lavoro. |Ghetta Tassa|Claudia Aru|Biografia|Sa Matriota Productions|CS.31Marzo2016|Pag. 3

La musica è interamente composta da Claudia Aru, Marcello Pilleri (chitarra|banjo) e Matteo Marongiu (contrabbasso). Tra le collaborazioni ricordiamo quella di Joe Perrino, voce storica del rock made in Cagliari, Diego Deiana al violino, Roberto Boi e Andrea Lai alla chitarra. Tutti i testi sono di Claudia Aru.

Esattamente un anno dopo esce “A giru a giru”, il suo secondo lavoro da solista, che amplia e sviluppa il concept del disco precedente, dando spazio ad una ancor più puntuale ricerca musicale. Gli arrangiamenti con quartetto d’archi e l’accuratezza dei testi ad esempio ne danno prova palese. Il disco viene lanciato col video clip del brano “Sa Prus Bella”, a cui in aprile segue “Pocos, Locos y Mal Unidos” pubblicato nel canale Nootempo in occasione de “Sa Die de Sa Sardigna” del 2014. |Ghetta Tassa|Claudia Aru|Biografia|Sa Matriota Productions|CS.31Marzo2016| Pag. 4

A giugno dello stesso anno, Claudia viene invitata al “Sardinia Pride” di Alghero in veste di madrina dell’intera manifestazione e in questa occasione lancia il singolo “Vergogna-Bregungia”. In questi anni, insieme ad un’intensa attività concertistica in Sardegna tra piazze, festival e club, Claudia ha avuto l’onore di suonare in diversi circoli sardi in Italia ed Europa tra cui quelli di Alessandria, Torino, Rivoli, Cremona, Pisa, Genova, Cinisello Balsamo, Cornaredo, Tolmezzo, Udine, Gorizia, Venezia, Mestre, Bologna, Fiorano Modenese e poi ancora Berlino, Madrid e Karlsruhe.

A partire dal 2015 per Claudia comincia una nuova stagione di musica e di vita. Inizia a frequentare il corso triennale di canto jazz al Conservatorio di Cagliari e canta, scrive e produce “Momoti”, il suo nuovo disco da solista. |Ghetta Tassa|Claudia Aru|Biografia|Sa Matriota Productions|CS.31Marzo2016| Pag. 5 “Momoti” è il simbolo della paura dell’ignoto, lo spauracchio con cui si intimoriscono i bambini per indurli a fare “da bravi”.

E anche se di fatto non l’ha mai visto nessuno, ti mette paura, ti condiziona, ti blocca. In questo disco “Momoti” viene scovato, sfidato e messo davanti alle sue menzogne. “Momoti” non esiste, esiste invece la paura che è in noi e lo alimenta. La canzone che dà nome all’intero album esorta a non averne più paura, perché una volta affrontate e combattute, le nostre paure non potranno più limitare il nostro coraggio e il nostro agire. Presentato nel dicembre 2015, il disco (11 tracce originali + un reloaded) è stato anticipato dal singolo e dal video di “Tasinanta”, un country travolgente che gioca e ironizza su un modo di dire sardo, che nell’uso comune si trasforma con disinvoltura fino a farsi verbo! |Ghetta Tassa|Claudia Aru|Biografia|Sa Matriota Productions|CS.31Marzo2016| Pag. 6 “Momoti” alterna funky, rock progressive e alternative blues a scanzonati toni samba, swing e balcan. Le atmosfere sono più mature, il suono più ricercato, deciso e definito. Restano invece la spensieratezza e l’ironia di sempre. I testi, a tratti impegnati, a tratti divertenti, si inseriscono perfettamente nel filone del genere cantautoriale riallacciandosi al percorso già tracciato negli album precedenti. La lingua sarda ancora una volta la fà da padrona. Coraggiosa, audace e perfettamente “a suo agio” anche in ritmi contemporanei ed esotici. Nell’ottobre 2015 vince con la canzone “Fogu” il premio per la migliore interpretazione al Premio “Andrea Parodi” (word music). A novembre copresenta il “SUNS Sardigna – Festival della canzone in lingua minoritaria” di Cagliari, e a distanza di qualche settimana vola ad Udine per copresentarne la versione europea del contest (SUNS EUROPE).

Attualmente la cantante sta lavorando all’uscita del suo prossimo video clip, promuovendo il suo nuovo lavoro in giro per la Sardegna.

Video del brano: “Ghetta Tassa” (Momoti) – www.youtube.com/watch?v=xewpmwQPeFg

Foto: Claudia Baldus; Gianfilippo Masserano e Giorgio Marturana.

La cover dell’album Momoti è stata ideata e disegnata dal fumettista nuorese Manuelle Murreddu.

Per ulteriori informazioni:

email: musica.vivereacagliari@gmail.com

 

Marco Sotgiu

Marco Sotgiu

Fondatore e Direttore di spettacolart.it Appassionato di musica. Suono la batteria. Non sono un giornalista.


Tags assigned to this article:
Cantautrice

Related Articles

ELYSIUM

Elysium Alternative rock Band creata nel 2009 ma che ha trovato la sua vera “nascita” nel 2015 con la sua

ARCHETYPE FALL

Archetype Fall Alternative Rock   Gli Archetype Fall sono una band Alternative Rock nata nel maggio 2013 a Cagliari, formata

MEDÙLLA

Medùlla. Nome d’arte di Michele Salis, è un giovane artista e cantante sardo impegnato nel settore della musica alternativa, indie

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment