fbpx

EJE 2015 – EUROPEAN JAZZ EXPO DAL 2 AL 5 LUGLIO – RIOLA SARDO

EJE 2015 – EUROPEAN JAZZ EXPO DAL 2 AL 5 LUGLIO – RIOLA SARDO

EJE 2015 – European Jazz Expo, decima edizione, dal 2 al 5 Luglio, si terrà a Riola Sardo, un’edizione da Giganti con 40 concerti e 150 artisti.

Un’edizione da Giganti, così è stata definita, per richiamare la vicinanza del Sito archeologico dei Giganti di Monte Prama al Parco dei Suoni di Riola Sardo, che ospiterà l’evento.
EJE 2015 European Jazz Expo nasce dalla collaborazione e dalla sinergia dei grandi festival della Sardegna, una coproduzione di Jazz in Sardegna, Sardegna Concerti, Cala Gonone Jazz Festival, Sant’ Anna Arresi Jazz e Dromos Festival, che si sono uniti per costruire un grande evento che presenta una formula consolidata, con 4 palchi e 40 concerti, dal pomeriggio a tarda notte. E ancora workshop, convegni, incontri, esposizioni, percorsi naturalistici e gastronomici. Musica per tutti i gusti, dal jazz alla musica elettronica.
Nei locali del Jazzino, il 29 Maggio hanno presentato la conferenza stampa Massimo Palmas, direttore artistico dell’EJE, Ivo Zoncu, Sindaco di Riola Sardo, Francesco Morandi, Assessore del Turismo, Regione Sardegna e Fabrizio Fasani, responsabile sponsorizzazione Energit, ed erano presenti in sala i direttori artistici dei festival che collaborano al festival:
Giuseppe Giordano, Cala Gonone Jazz; Bachisio Sulis, S. Anna Arresi; Salvatore Casula, Dromos; Michele Palmas, Jazz in Sardegna.

Il video di EJE 2015 European Jazz Expo è dedicato al sito che ospiterà la manifestazione – così inizia Massimo Palmas che presiede la conferenza – che si terrà a Riola Sardo, un luogo meraviglioso , di grande suggestione, che stupirà gli ospiti locali e internazionali. Sono poche le nazioni che possono vantare la presenza di una location di questo prestigio, e richiama l’intervento di Ivo Zoncu Sindaco di Riola Sardo “ il parco nasce come cava che doveva essere coperta e grazie all’intuizione del precedente Sindaco, anch’egli Zoncu, che ebbe l’idea di farla diventare un luogo di cultura e sport. Le pareti in arenaria consentono un’acustica perfetta ed è grande come 3 campi di calcio. La musica la consideriamo di grande richiamo per la promozione della Sardegna”.
Di seguito l’intervento di Francesco Morandi, Assessore del Turismo, Regione Sardegna “ho scoperto nel tempo che la Sardegna ha un grande valore che è quello del Jazz, che va dalle manifestazioni dove si fa musica, alle produzioni, ci sono realtà di valore straordinario che devono essere riconosciute e sostenute. In Regione non siamo abituati a considerare la musica fra le eccellenze, a parte la musica tradizionale, ma siamo consapevoli che nella musica ci sono delle eccellenze regionali , e va spinta e commercializzata, va sostenuto e promosso col marketing a livello internazionale. Uno degli obiettivi cardine in Regione è quello di organizzare e costruire un cartellone di offerta colturale attraverso l’unione di diverse organizzazioni, come ad esempio si sta facendo per EJE 2015, questo evento simbolo di unione, e per offrire spettacoli almeno per nove mesi l’anno. La musica, il jazz può essere un polo di attrazione turistico, che viene appositamente in Sardegna”.

Gli appuntamenti di EJE 2015 European Jazz Expo:

il 2 Luglio si inizia con un incontro con Carlo Tronchetti, archeologo che ha diretto gli scavi nell’area del Monte Prama, che racconterà l’avventura e l’emozione del ritrovamento delle prime teste dei giganti di Monte Prama.
Dal 3 al 5 Luglio i grandi nomi della musica internazionale: Hiromu Trio Project di Hiromu Uehara , Anthony Jackson & Simon Phiips; Volca’n Quartet con Gonzalo Rubalcaba Giovanni Hidalgo e Horacio El Negro Hernandez; Bireli Lagrene Gipsy Quartet; Kurt Elling; Incognito; Antonio Faraò Quartet; Enrico Rava progetto elettrico; Funk Off; e il Jazz Made in Sardinia, con i Roundella di Francesca Corrias; Paolo Carrus e Marco Argiolas; Massimo Ferra; Stefano D’Anna Quartet con Francesco Sotgiu, Piero Di Rienzo e Massimo Ferra; Paolo Nonnis Big Band e tanti altri. Infine la musica elettronica con la famosa Basstation, con i migliori Dj e i celebri Elektro Guzzi trio e Dusty Kid.
Da segnalare anche il convegno del “Jazz made in S” “State of the Art” un incontro confronto sulle prospettive del jazz nell’isola.
Due giornate gratuite e due a pagamento a prezzi popolari di € 20,00 a biglietto, e di sole 30,00 euro per l’abbonamento per le quattro giornate. Bus navetta consentiranno il facile raggiungimento del Parco.

Per maggiori informazioni:

WWW.EUROPEAN JAZZEXPO.IT


Tags assigned to this article:
ElettronicaFestivalFunkyJazzWorld Music

Related Articles

MUSICA SULLE BOCCHE 2018

18° edizione del festival internazionale di jazz Musica sulle Bocche diretto da Enzo Favata, in programma a Santa Teresa Gallura

Fred Frith in concerto a Napoli

Il pioniere della musica sperimentale e della libera improvvisazione Fred Frith si esibirà in concerto a Napoli in esclusiva nazionale.

One Note Project – live Bossanova

One Note Project presenta il nuovo repertorio Bossanova nella magnifica e rinfrescante cornice dell’Altamarea Poetto. Line-up inedita con Sandra Trudu

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment