fbpx

GIULIANO PERIN MEETS NICOLA CORDISCO A MANDURIA | SPETTACOLART

GIULIANO PERIN MEETS NICOLA CORDISCO A MANDURIA | SPETTACOLART

Giuliano Perin meets Nicola Cordisco al Bar dell’Angolo di Manduria, mercoledì 21 agosto, ore 22:00, una serata ideale per gli amanti del jazz.

In pieno centro storico di Manduria, esattamente al Bar dell’Angolo (Via degli Imperiali, 14), si terrà il concerto jazz firmato Giuliano Perin meets Nicola Cordisco, con Giuliano Perin al vibrafono e Nicola Cordisco alla chitarra accompagnati da Maurizio Scomparin (tromba), Francesco Mariella (contrabbasso) e Antonio Cerfeda (batteria).

Questo live in programma mercoledì 21 agosto, alle ore 22:00, sarà incentrato su svariati standard appartenenti all’inesauribile tradizione jazzistica, nonché su alcuni brani immortali presenti nel ricco repertorio della musica brasiliana.

Dal fraseggio fluido, nitido, impreziosito da una brillante musicalità, Perin è uno fra i vibrafonisti più apprezzati nell’ambiente jazzistico italiano.

Nell’arco della sua prolifica carriera ha condiviso palco e studio di registrazione con numerosi musicisti di blasone internazionale, fra cui Roy Hargrove, Paul Jeffrey, Dave Samuels, Claudio Roditi, Tom Kirkpatrick, Neil Leonard, Fabrizio Bosso, Gianni Basso, Dado Moroni, Andrea Pozza, Marco Tamburini, Carlo Atti, Luciano Milanese, Gianni Cazzola, Maurizio Giammarco.

Nicola Cordisco è uno storico chitarrista del circuito jazz nazionale. Il suo playing è colmo di gusto e genuino senso dello swing, adornato da una coinvolgente finezza interpretativa. Nel corso della sua proficua attività professionale ha stretto notevoli collaborazioni insieme a uno stuolo di eccezionali jazzisti, tra i quali Bill Smith, Irio De Paula, Ron Savage, Bruce Gertz, Greg Hopkins, Giovanni Tommaso, Nicola Stilo, Giovanni Amato, Daniele Scannapieco, Pietro Lussu, Aldo Vigorito, Lorenzo Tucci.

Al fianco di Perin e Cordisco, a condividere la scena, il trombettista Maurizio Scomparin, jazzista dallo spiccato senso melodico e dal phrasing spigliato, intriso di venature bluesy, che si è esibito assieme a musicisti del calibro di Steve Lacy, Sal Nistico, Lee Konitz, Joe Lovano, Kenny Wheeler, Franco D’Andrea, Enrico Rava, Paolo Fresu, Aldo Romano, Pietro Tonolo, Marcello Tonolo, Claudio Fasoli, solo per citarne alcuni;

Francesco Mariella, contrabbassista raffinato e di grande esperienza, che annovera concerti con parecchi musicisti jazz di levatura internazionale come Tony Scott, Steve Grossman, Eddie Henderson, Jack Walrath, Mark Sherman, Fred Henke, Eliot Zigmund, Fabio Morgera, Andrea Pozza, Massimo Faraò, solo per citarne alcuni.

Alla batteria, a completare la sezione ritmica, una giovane promessa del jazz nostrano come Antonio Cerfeda. Dunque, sembrano esserci tutti gli ingredienti per trascorrere una serata dall’estrema piacevolezza, grazie a un quintetto capace di proporre della buona musica jazz ad alto livello.

Stefano Dentice

Stefano Dentice

Giornalista musicale e press agent freelance, si dedica prettamente al jazz e a generi musicali affini. Ha collaborato, in qualità di critico musicale, con riviste specializzate come Suono e riviste online quali Extra Music Magazine e Arte e Luoghi. Per queste testate giornalistiche ha prodotto recensioni, interviste e articoli. Attualmente, sempre in veste di critico musicale, collabora con i web magazine Sound Contest – Musica e altri linguaggi, Strumenti & Musica Magazine, Roma In Jazz, Italia in Jazz, SpettacolArt e Note in Vista, per i quali scrive recensioni, interviste, articoli e live report. Saltuariamente collabora anche con il portale ManduriaOggi, per il quale si occupa di musica jazz. Dal 2016, per le sezioni jazz e world music, è membro della giuria formata da critici musicali che decreta le nomination e vota per l’assegnazione dell’Orpheus Award, premio della critica in seno all’Accordion Art Festival. Si è occupato di promozione social per l’associazione musicale e culturale DeArt Progetti, scrivendo le schede di presentazione dei concerti al D’Ascoli Caffè Jazz Club. Da ufficio stampa ha lavorato per il Pomigliano Jazz in Campania (2015 e 2017), Bari in Jazz (2016) e Nazioni a Tavola di Norcia (2016). È il capo ufficio stampa del Francavilla è Jazz. Da press office ha curato la promozione di dischi quali: Lost in the Jungle (Principles Sound), Red Cloud (Dario Chiazzolino), Disordine (Chiara Raggi), In the Bloom (GB Project), Nemesi (Alberto La Neve), Lidenbrock - Concert for Sax and Voice (Alberto La Neve e Fabiana Dota), Magip (GB Project), Unfolkettable Two (Nico Morelli), A Beautiful Story (Rosario Bonaccorso), Night Windows (Alberto La Neve), I Thalàssa Mas (Francesco Mascio e Alberto La Neve). Il 13 giugno 2019 gli è stata conferita la Nomina di Accademico per Meriti Artistici da parte del Presidente dell’Accademia Internazionale Il Convivio, il prof. Angelo Manitta. Nel corso della sua attività ha intervistato svariati musicisti di blasone mondiale, come: Mike Melillo, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Giovanni Guidi, Daniele Di Bonaventura, Gianluca Petrella, Michele Rabbia, Renzo Ruggieri, Antonello Messina e moltissimi altri ancora.


Tags assigned to this article:
Giuliano PerinJazzManduriaNicola Cordisco

Related Articles

Intervista a Lavinia Viscuso

La giovane Lavinia Viscuso, rapper grintosa e grande appassionata della cultura hip hop, è impegnata con la produzione dei nuovi

LE INTERVISTE AI PROTAGONISTI: FLAVIO SECCHI

Il nostro Tore Contu ha incontrato Flavio Secchi, musicista poliedrico, chitarrista e cantautore fra i più interessanti della scena sarda.

“Il custode” il nuovo sigolo di Raffaele Pillai

Il singolo “Il custode” è il brano apripista dell’Ep di imminente uscita “Una storia tipica italiana”, di Raffaele Pillai. Dal

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment