fbpx

“MusicaParte” di FRANCO OLIVERO

“MusicaParte” di FRANCO OLIVERO

Recensioni: “MusicaParte” di Franco Olivero

di Stefano Dentice

Frangenti meditativi, densi di pathos, che si alternano a momenti molto più carichi di verve comunicativa.

Il tutto locupletato da un effluvio di mediterraneità assai caratterizzante.

MusicaParte è la nuova fatica discografica, prodotta dall’etichetta Ultra Sound Records, concepita dall’eclettico polistrumentista Franco Olivero (voce, flauto, duduk, bansuri, sax soprano, sax tenore e synth), coadiuvato in questa avventura da Gianluca Allocco (violino e viola), Marco Allocco (violoncello), Alberto Bellavia (pianoforte), Francesco Bertone (contrabbasso), Paolo Franciscone (batteria e percussioni) ed Elia Olivero (basso in “MusicaParte”, undicesima traccia del CD).

La tracklist consta di dodici brani originali figli dell’eruttiva meninge di Franco Olivero, eccezion fatta per “Greensleeves” (tradizionale) e “L’Amour est Mort” (J. Brel).

Il climax etereo di “DannataMente” colpisce di primo acchito. L’incedere di Olivero è guizzante, adamantino, sostenuto dal comping tribale intessuto da Franciscone.

In “Vurai Enan Pudai” il mood è magnetico, contagioso. Qui F. Olivero dipinge traiettorie sonore rarefatte, riscaldanti, dall’intensa comunicatività.

L’impatto in “L’Ultimo Giro” è forte fin dalle primissime misure. L’eloquio di F. Olivero, alle prese in questo caso con il sax tenore, è ricco dal punto di vista timbrico, colmo di sfumature e interessanti esplorazioni del registro.

MusicaParte è un album policromatico, comprendente generi come world music, ethno jazz e contemporary jazz, dal quale emerge manifestamente uno spirito di aggregazione che aborrisce da un certo integralismo stilistico talvolta financo risibile, soprattutto nel mondo musicale odierno.

MusicaParte_FRANCO OLIVERO

MusicaParte_FRANCO OLIVERO

Stefano Dentice

Stefano Dentice

Giornalista musicale e press agent freelance, si dedica prettamente al jazz e a generi musicali affini. Ha collaborato, in qualità di critico musicale, con riviste specializzate come Suono e riviste online quali Extra Music Magazine e Arte e Luoghi. Per queste testate giornalistiche ha prodotto recensioni, interviste e articoli. Attualmente, sempre in veste di critico musicale, collabora con i web magazine Sound Contest – Musica e altri linguaggi, Strumenti & Musica Magazine, Roma In Jazz, Italia in Jazz, SpettacolArt e Note in Vista, per i quali scrive recensioni, interviste, articoli e live report. Saltuariamente collabora anche con il portale ManduriaOggi, per il quale si occupa di musica jazz. Dal 2016, per le sezioni jazz e world music, è membro della giuria formata da critici musicali che decreta le nomination e vota per l’assegnazione dell’Orpheus Award, premio della critica in seno all’Accordion Art Festival. Si è occupato di promozione social per l’associazione musicale e culturale DeArt Progetti, scrivendo le schede di presentazione dei concerti al D’Ascoli Caffè Jazz Club. Da ufficio stampa ha lavorato per il Pomigliano Jazz in Campania (2015 e 2017), Bari in Jazz (2016) e Nazioni a Tavola di Norcia (2016). È il capo ufficio stampa del Francavilla è Jazz. Da press office ha curato la promozione di dischi quali: Lost in the Jungle (Principles Sound), Red Cloud (Dario Chiazzolino), Disordine (Chiara Raggi), In the Bloom (GB Project), Nemesi (Alberto La Neve), Lidenbrock - Concert for Sax and Voice (Alberto La Neve e Fabiana Dota), Magip (GB Project), Unfolkettable Two (Nico Morelli), A Beautiful Story (Rosario Bonaccorso), Night Windows (Alberto La Neve), I Thalàssa Mas (Francesco Mascio e Alberto La Neve). Il 13 giugno 2019 gli è stata conferita la Nomina di Accademico per Meriti Artistici da parte del Presidente dell’Accademia Internazionale Il Convivio, il prof. Angelo Manitta. Nel corso della sua attività ha intervistato svariati musicisti di blasone mondiale, come: Mike Melillo, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Giovanni Guidi, Daniele Di Bonaventura, Gianluca Petrella, Michele Rabbia, Renzo Ruggieri, Antonello Messina e moltissimi altri ancora.



Related Articles

Recensioni: “Il Viaggio” di “Kimíya”

di Stefano Dentice Un climax suggestivo, serafico, che sortisce un effetto lenitivo per l’anima. Il viaggio è il nuovo capitolo

LIBERAMENTE: Giulio Casale presenta il nuovo EP “Cinque anni” – venerdì 23 febbraio

Teatro Laboratorio Alkestis CRS in collaborazione con compagnia d’arte Circo Calumet presenta LIBERAMENTE di Giulio Casale. ingresso gratuito Teatro Alkestis,

“100 ANIME” DEGLI ALMAMEDITERRANEA IN FINALE AL CAPITALENT

La nota band sarda, Almamediterranea, in corsa al contest di Radio Capital con “100 anime” un brano che parla di

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment