Fioricoltura-Daniela

NEREIDE RUDAS CHE ”PARLO’ CON VOCE DI DONNA”

NEREIDE RUDAS CHE ”PARLO’ CON VOCE DI DONNA”

Venerdì 19 gennaio 2018 dalle ore 9,30, nell’aula magna del Rettorato in via Università a Cagliari, si terrà il convegno dedicato a Nereide Rudas, a un anno dalla sua scomparsa.

Tavole rotonde, dibattiti e testimonianze per ricordare la grande psichiatra tra i maggiori protagonisti del dibattito culturale in Sardegna e nella Penisola e per una riflessione sul riequilibrio di genere, linguaggio, violenza, e il riconoscimento della pari dignità delle fasce sociali

NEREIDE RUDAS CHE ”PARLO’ CON VOCE DI DONNA”

Omaggio a Nereide Rudas: venerdì 19 gennaio nell’aula magna del Rettorato di via Università a Cagliari si terrà un convegno per ricordare la psichiatra, studiosa di tematiche femminili, intellettuale, antesignana della medicina di genere, una grande donna, una grande amica della Sardegna. Nel corso della giornata si confronteranno tante voci di donne e uomini, amici, colleghi, che hanno percorso con lei un tratto di strada, per tracciare una visione, analitica e dialettica, sul lavoro professionale e culturale intrapreso dalla Rudas, ad un anno dalla sua scomparsa.

Dopo i saluti della Rettrice dell’Università di Cagliari Maria Del Zompo dalle 9,30 sono programmate tre tavole rotonde che puntano ad aprire una riflessione sulle politiche attive per l’affermazione dei diritti, attraverso il riequilibrio di genere, il riconoscimento della pari dignità delle fasce sociali non ancora legittimamente rappresentate, per una società umanamente e legittimamente equa. Nel corso della mattinata, con giornalisti, intellettuali, avvocati, magistrati, docenti universitari, sociologi, si parlerà del rapporto tra cultura e politica, dell’uso dei linguaggi nella rappresentazione di una realtà in continua metamorfosi, e si aprirà una riflessione sulle mitologie e sugli stereotipi nella Sardegna, raccontati da Nereide Rudas. Intervengono: Susi Ronchi, Maria Antonietta Mongiu, Roberta Celot, Annalisa Diaz, Giuliana Perrotta, Alessandra Uscidda, Fiorella Pilato, Maria Laura Ponti, Nicola Migheli, Salvatore Cubeddu, Alessandra Sallemi, Valeria Aresti, Maria Giovanna Piano, Antonietta Mazzette, Rita Dedola, Cristina Ornano, Bachisio Bandinu.

“Una vita segnata da grandi successi professionali, ma anche da un impegno permanente di coerenza femminista – sottolinea Susi Ronchi, Coordinatrice regionale di Giulia Giornaliste, Associazione che con forza ha programmato questa giornata – per non dimenticare una donna che, a pieno titolo entra nel Pantheon di noi giornaliste, perché ha elaborato analisi e studi moderni e attuali, per una rappresentazione specchiata della realtà e rispettosa della dignità e delle identità delle persone”.

I suoi studi sono stati fondamentali per comprendere i comportamenti relazionali uomo/donna nella società sarda.

Nereide Rudas ha ribaltato i vecchi paradigmi – afferma Maria Antonietta Mongiu, Presidente di Lamas e di SardegnaSoprattutto – ed è riuscita ad abbattere anacronistici stereotipi della cultura isolana come il matriarcato attraverso i suoi studi sulla condizione della donna”.

Nel pomeriggio a partire dalle ore 16.30, la giornata propone una serie di interventi tra parole, musica e poesia dal titolo: “Le Mille Anime di Nereide”, coordinate dalle Associazioni Premio Alziator, presieduto da Maurizio Porcelli, Cui Prodest, che vedeva Nereide Rudas presidente onoraria, e l’Istituto Gramsci della Sardegna.

I lavori, moderati da Liliana Lorettu, psichiatra dell’Università di Sassari, e da Graziella Boi, Direttrice del Centro Trattamento Disturbi Psichiatrici ASSL Cagliari, prevedono, testimonianze di psichiatri, intellettuali, giornalisti e magistrati, tra cui Maria Del Zompo, padrona di casa, Cristiana Alziator, Antonello Angioni, Bernardo Carpiniello, Mauro Giovanni Carta, Maria Francesca Chiappe, Gilberto Ganassi, Irene Manca, Giancarlo Nivoli, Sabrina Perra, Giampaolo Pintor e Francesco Sette, per ricordare l’ opera, il pensiero e l’intensa vita della professoressa Rudas: prima donna a istituire e a dirigere una Clinica Psichiatrica, prima donna titolare di una cattedra di Psichiatria in Italia, nonché fondatrice della Psichiatria forense.

Nereide Rudas è stata tra i maggiori protagonisti del dibattito culturale in Sardegna, attenta studiosa di Gramsci e, negli ultimi 10 anni della sua vita, Presidente del Premio letterario intitolato a Francesco Alziator.

L’attrice Maria Grazia Bodio interpreterà alcune poesie composte dalla grande psichiatra mentre una poesia inedita che Nereide ha lasciato tra i suoi lavori da ultimare sarà proposta da Salvatore Cubeddu.

La serata si conclude con la musica che l’insigne studiosa amava tanto con l’esecuzione di alcune composizioni tra le sue preferite eseguite alla chitarra dal maestro Luigi Puddu, che da dieci anni lavorava al suo fianco, per la realizzazione del Premio Alziator, e da Simone Onnis insignito del Premio Alziator nell’edizione 2016 per la sezione musica.

Marco Sotgiu

Marco Sotgiu

Appassionato di musica. Suono la batteria. Non sono un giornalista.


Related Articles

“GHETTA TASSA”, IL NUOVO VIDEO DI CLAUDIA ARU È ONLINE

La cantautrice sarda lancia il secondo singolo estratto dall’album “Momoti”, suo ultimo lavoro da solista. Dopo il successo di “Tasinanta

ARENNERA OPEN STAGE – GIOV. 25 – INTREPIDI MONELLI

E’ con grande piacere che annunciamo l’UNDICESIMA CHIAMATA DI ARENNERA OPEN STAGE GIOVEDI’ 25 AGOSTO H21 Presso INTREPIDI MONELLI CentroDiProduzionePerLoSpettacolo

LILYUM – è uscito il nuovo video “The Watchers’ Departure”

I black metallers Lilyum hanno reso disponibile il loro nuovo videoclip “The Watchers’ Departure“. Il videoclip realizzato per la traccia

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*