fbpx

New Direction Trio in concerto al Bar dell’Angolo | Spettacolart

New Direction Trio in concerto al Bar dell’Angolo | Spettacolart

Sabato 26 dicembre, ore 22:00, appuntamento con il jazz al Bar dell’Angolo di Manduria con New Direction Trio.

Una nuovissima formazione, appena costituita, fortemente influenzata dal post-bop, in cui il fervore comunicativo, la costante ricerca dell’interplay, la spiccata personalità stilistica e un sound moderno rappresentano le principali caratteristiche.

Il New Direction Trio jazz composto da Nicolò Petrafesa (piano), Giampaolo Laurentaci (contrabbasso) e Marcello Nisi (batteria), sarà ospite al Bar dell’Angolo (Via degli Imperiali, 14 – Manduria) giovedì 26 dicembre alle ore 22:00.

Capolavori compositivi autografati da due autentiche icone sacre del jazz come Herbie Hancock e McCoy Tyner formano il repertorio proposto dal trio, oltre ad altri intramontabili brani appartenenti alla sterminata tradizione jazzistica.

Giovane e luminosa promessa del jazz nostrano, Nicolò Petrafesa è un pianista assai energico, molto interessante dal punto di vista armonico e ritmico, nonché abile nell’utilizzo dell’out playing.

Nel corso della sua attività concertistica ha condiviso il palco con svariati musicisti, fra i quali Paolo Fresu, Gianni Lenoci, Gianfranco Menzella, Dino Plasmati. Laurentaci è un contrabbassista affidabile, intuitivo, solido nel timing e parecchio richiesto soprattutto in qualità di sideman.

Durante la sua carriera si è esibito al fianco di numerosi jazzisti blasonati in ambito internazionale, come: Ralph Peterson, Perico Sambeat, Peter Bernstein, Jim Rotondi, Ulysses Owens Jr, Stjepko Gut, Martin Jacobsen, Esteve Pi, Adam Pache, Max Ionata, Fabrizio Bosso, Enrico Intra, Daniele Scannapieco e tantissimi altri ancora.

Inoltre ha esportato le sue doti musicali all’estero, in nazioni quali: Olanda, Spagna, Germania, Russia, Inghilterra, Belgio, Turchia, Romania, Montenegro.

Dalla grande esperienza e sensibilità artistica, Marcello Nisi è un batterista particolarmente incline all’uso della poliritmia e della polimetria, attraverso il quale costruisce un drumming sempre stimolante e tensivo incardinato su un frequente spostamento degli accenti.

Nel suo background annovera collaborazioni di prestigio insieme a musicisti di statura mondiale, fra cui: Bobby Watson, Benny Golson, Sonny Fortune, Chico Freeman, Miroslav Vitous, Joe Magnarelli, Eric Wyatt, Jed Levy, Mark Sherman, Gregory Porter, Antonio Faraò, Flavio Boltro, Marco Tamburini, Paolo Fresu.

Fuori dai confini nazionali ha calcato diversi palchi in: Germania, Russia, Belgio, Svezia, Svizzera, Albania, Montenegro, Galles.

Dunque, nel giorno di Santo Stefano, tutti i jazzofili e più in generale gli appassionati di buona musica avranno l’opportunità di assistere a un concerto che saprà regalare certamente un momento di crescita culturale e di energia positiva.

Stefano Dentice

Stefano Dentice

Giornalista musicale e press agent freelance, si dedica prettamente al jazz e a generi musicali affini. Ha collaborato, in qualità di critico musicale, con riviste specializzate come Suono e riviste online quali Extra Music Magazine e Arte e Luoghi. Per queste testate giornalistiche ha prodotto recensioni, interviste e articoli. Attualmente, sempre in veste di critico musicale, collabora con i web magazine Sound Contest – Musica e altri linguaggi, Strumenti & Musica Magazine, Roma In Jazz, Italia in Jazz, SpettacolArt e Note in Vista, per i quali scrive recensioni, interviste, articoli e live report. Saltuariamente collabora anche con il portale ManduriaOggi, per il quale si occupa di musica jazz. Dal 2016, per le sezioni jazz e world music, è membro della giuria formata da critici musicali che decreta le nomination e vota per l’assegnazione dell’Orpheus Award, premio della critica in seno all’Accordion Art Festival. Si è occupato di promozione social per l’associazione musicale e culturale DeArt Progetti, scrivendo le schede di presentazione dei concerti al D’Ascoli Caffè Jazz Club. Da ufficio stampa ha lavorato per il Pomigliano Jazz in Campania (2015 e 2017), Bari in Jazz (2016) e Nazioni a Tavola di Norcia (2016). È il capo ufficio stampa del Francavilla è Jazz. Da press office ha curato la promozione di dischi quali: Lost in the Jungle (Principles Sound), Red Cloud (Dario Chiazzolino), Disordine (Chiara Raggi), In the Bloom (GB Project), Nemesi (Alberto La Neve), Lidenbrock - Concert for Sax and Voice (Alberto La Neve e Fabiana Dota), Magip (GB Project), Unfolkettable Two (Nico Morelli), A Beautiful Story (Rosario Bonaccorso), Night Windows (Alberto La Neve), I Thalàssa Mas (Francesco Mascio e Alberto La Neve). Il 13 giugno 2019 gli è stata conferita la Nomina di Accademico per Meriti Artistici da parte del Presidente dell’Accademia Internazionale Il Convivio, il prof. Angelo Manitta. Nel corso della sua attività ha intervistato svariati musicisti di blasone mondiale, come: Mike Melillo, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Giovanni Guidi, Daniele Di Bonaventura, Gianluca Petrella, Michele Rabbia, Renzo Ruggieri, Antonello Messina e moltissimi altri ancora.


Tags assigned to this article:
JazzNew Direction Trio

Related Articles

MEDÙLLA LANCIA LA CAMPAGNA DI CROWFUNDING PER REALIZZARE IL SUO DISCO

E’ ufficialmente partita la campagna di crowdfunding della pagina Musicraiser per Medùlla, nome d’arte di Michele Salis, è un giovane

Esce oggi “Il Sogno di Partenope” il nuovo album di Roberto Michelangelo Giordi – Spettacolart

“Il Sogno di Partenope”, il quarto album del cantautore napoletano di stanza a Parigi, è pubblicato dalla label francese Disques

HANGAR #06 – STEFANO GIACCONE in: “RI-COGNIZIONE – UN TRIBUTO AI FRANTI” – merc. 9

HANGAR Evento ZEROSEI – STEFANO GIACCONE in: “RI-COGNIZIONE – UN TRIBUTO AI FRANTI” (live performance) Partecipano: Brigata Stirner (Arnaldo Pontis

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment