fbpx

LA NUOVA NEW AGE

LA NUOVA NEW AGE

La nuova new age dell’arte dello yoga: spirituale a chi?

È da anni oramai che tantissime persone si avvicinano al mondo spirituale, per diverse motivazioni, una su tutte è la moda.

Un’arte che in Italia frutta 200 milioni di euro l’anno. Fa figo praticare l’arte dello yoga ad esempio, se non altro a fine giornata hai una foto da postare su facebook accompagnata da una frase d’effetto per mostrare i progressi degli asana (posizioni yoga) o per fare l’elevato del gruppo delle tue amicizie.

E poi che succede?

Succede che tanta gente, inghiottita dal meccanismo modaiolo dell’elevazione spirituale, dimentica la bussola con le coordinate di questa sfera chiamata mondo per continuare ad affilare il proprio ego e primeggiare nei confronti di chiunque. Come se la ricerca interiore fosse una merce disponibile.

Danno un paio di esami in qualche accademia,diventano discepoli di qualche guru, cambiano nome per darsi un tono, fanno un viaggetto in un resort a cinque stelle in India e infine diventano vegetariani fai da te.

Aprono scuole di yoga dove appendono alle pareti l’immagine di qualche, cosi detto illuminato, che a parte aver scritto due o tre libri sull’argomento, non ci sono prove che abbia fatto altro, a parte Ghandi e Madre Teresa di Calcutta che hanno fatto tanto sia per l’India che per il mondo intero e poi come cantava il maestro De Andrè, danno buoni consigli che loro stessi disattendono, sentendosi come Gesù nel tempio.

Elementi che portano queste persone a perdere ogni contatto con se stesse, arrivando ad assumere comportamenti incoerenti, abusando di concetti come amore universale, ma di fatto appena si spegne quel momento della giornata di esaltazione, abbracciati i presenti della scuola o i partecipanti a qualche incontro organizzato in qualche giardino, rivelano la loro vera personalitá di base e l’amore universale smette di esistere nei confronti di chiunque.

Nelle scuole, dette Ashram, organizzano tra le altre cose i canti dei mantra, (Kirtan), canti spirituali spesso accompagnati da chi non è musicista e non ha la benchè minima idea di cosa sia la musica e tantomeno ha la concezione del ritmo. Il risultato è che per cercare di dormire devi berti una caraffa di camomilla.

L’aver frequentato questo mondo, mi porta a dire che la spiritualitá è certamente una cosa seria, quando è condivisa solo con la parte più intima di te stesso, senza troppi fronzoli, senza troppe maschere, perchè la recita di un personaggio non può durare in eterno come la nostra anima.

Si lo so, l’ultima parte è troppo spirituale.. spirituale a chi??!!


Tags assigned to this article:
artenew ageYoga

Related Articles

CALA GONONE JAZZ FESTIVAL – 29/07 > 02/08

XXVIII Edizione Cala Gonone Jazz Festival 2015, Dal 29 luglio al 2 agosto, Cala Gonone (Dorgali) Le certezze ci sono

RADIO SARDEGNA WEB: IL RIEPILOGO DELLA SETTIMANA

Radio Sardegna Web ospita i Serenata Blues, presentati da musica.vivereacagliari.com media partner della radio. Un nuovo gruppo si aggiunge agli RSW

“NON FARE IL PUNK!”, IL NUOVO VIDEOCLIP DE IL GIARDINO

“Non fare il punk!” anticipa l’uscita del secondo capitolo discografico “Medusa” prevista per fine aprile. Non fare il punk!, il

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment