fbpx

Recensioni: “On My Radio” di Alberto Parmegiani

Recensioni: “On My Radio” di Alberto Parmegiani

di Stefano Dentice

Un sound corposo ed energico che fa il paio con un groove accattivante e adamantino.

“On My Radio” è la nuova creatura discografica, concepita dal talentuoso chitarrista jazz e compositore Alberto Parmegiani, licenziata dall’etichetta A.MA Records.

La formazione è costituita da Enzo Bacco (sassofoni), Alberto Parmegiani (chitarra), Claudio Filippini (pianoforte e tastiere), Daniele Cappucci (contrabbasso) e Armando Luongo (batteria). Il CD consta di nove brani originali scaturiti dal vivido estro compositivo del leader.

“4 Marzo 1997” è una composizione crepuscolare, dal forte potere evocativo.
Il chitarrista intesse un eloquio placido, carezzevole, locupletato da una sobria cantabilità.

Il climax di “Night Rite” è particolarmente spassoso. L’incedere di Filippini è ammiccante, pregno di un suadente bluesy mood. Qui Parmegiani architetta un’elocuzione torrenziale, impreziosita da un suono tagliente e da fugaci preziosismi armonici, sostenuto dal comping stimolante e puntuale cesellato dal tandem Cappucci-Luongo. Bacco dà vita a un discorso improvvisativo maliardo, sinuoso, debordante di intriganti blue notes.

“Lydian Sorrow” è un brano assai intenso. Il pianista sviscera uno spiccato senso melodico estremamente causativo. Parmegiani snocciola un solo fluente, colmo di sensibilità comunicativa.

Generato a cavallo tra modern jazz e contemporary jazz, “On My Radio” è un album in cui si alternano momenti distensivi a frangenti assai più profondi ed emotivamente immersivi.

Stefano Dentice

Stefano Dentice

Giornalista musicale e press agent freelance, si dedica prettamente al jazz e a generi musicali affini. Ha collaborato, in qualità di critico musicale, con riviste specializzate come Suono e riviste online quali Extra Music Magazine e Arte e Luoghi. Per queste testate giornalistiche ha prodotto recensioni, interviste e articoli. Attualmente, sempre in veste di critico musicale, collabora con i web magazine Sound Contest – Musica e altri linguaggi, Strumenti & Musica Magazine, Roma In Jazz, Italia in Jazz, SpettacolArt e Note in Vista, per i quali scrive recensioni, interviste, articoli e live report. Saltuariamente collabora anche con il portale ManduriaOggi, per il quale si occupa di musica jazz. Dal 2016, per le sezioni jazz e world music, è membro della giuria formata da critici musicali che decreta le nomination e vota per l’assegnazione dell’Orpheus Award, premio della critica in seno all’Accordion Art Festival. Si è occupato di promozione social per l’associazione musicale e culturale DeArt Progetti, scrivendo le schede di presentazione dei concerti al D’Ascoli Caffè Jazz Club. Da ufficio stampa ha lavorato per il Pomigliano Jazz in Campania (2015 e 2017), Bari in Jazz (2016) e Nazioni a Tavola di Norcia (2016). È il capo ufficio stampa del Francavilla è Jazz. Da press office ha curato la promozione di dischi quali: Lost in the Jungle (Principles Sound), Red Cloud (Dario Chiazzolino), Disordine (Chiara Raggi), In the Bloom (GB Project), Nemesi (Alberto La Neve), Lidenbrock - Concert for Sax and Voice (Alberto La Neve e Fabiana Dota), Magip (GB Project), Unfolkettable Two (Nico Morelli), A Beautiful Story (Rosario Bonaccorso), Night Windows (Alberto La Neve), I Thalàssa Mas (Francesco Mascio e Alberto La Neve). Il 13 giugno 2019 gli è stata conferita la Nomina di Accademico per Meriti Artistici da parte del Presidente dell’Accademia Internazionale Il Convivio, il prof. Angelo Manitta. Nel corso della sua attività ha intervistato svariati musicisti di blasone mondiale, come: Mike Melillo, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Giovanni Guidi, Daniele Di Bonaventura, Gianluca Petrella, Michele Rabbia, Renzo Ruggieri, Antonello Messina e moltissimi altri ancora.


Tags assigned to this article:
Jazz

Related Articles

Recensioni: “Frank & Ruth” di “Marco Pacassoni Group”

di Stefano Dentice Ritenuto da una pletora di esperti uno fra i più talentuosi, creativi e rappresentativi musicisti del ‘900,

Arcadia, ristorante, lounge bar

In una bella sera di fine settembre abbiamo avuto il piacere di visitare l’Arcadia ristorante- lounge bar, sito in Capoterra.

Recensioni: “I Thàlassa Mas” di Francesco Mascio e Alberto La Neve

di Roberta Speciale. “I Thàlassa Mas” di FRANCESCO MASCIO e ALBERTO LA NEVE.   Da un’immaginifica ed evocativa navigazione, ecco

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment