fbpx

RICORRENZE MUSICALI: WASHBOARD SAM

RICORRENZE MUSICALI: WASHBOARD SAM

Venerdì 15 Luglio, 8° puntata di “RICORRENZE MUSICALI”, rubrica ideata e curata da Salvatore Amara, chitarrista e autore cagliaritano.

www.salvatoreamara.it

Il giorno 15 LUGLIO 1910 a Walnut Ridge, Arkansas, nasceva
ROBERT BROWN, in arte WASHBOARD SAM.

WASHBOARD SAM
Robert Brown, in arte Washboard Sam (Walnut Ridge, Arkansas 15 luglio 1910 – Chicago, Illinois 6 novembre 1966).
Cantante, autore e musicista blues di washboard. Robert Brown si trasferì a Memphis, in Tennessee, negli anni 20, esibendosi come musicista di strada con Sleepy John Estes e Hammie Nixon. Nel 1932 si trasferì a Chicago, dove suonò regolarmente con Big Bill Broonzy, di cui pare fosse il fratellastro, collaborando anche con altri musicisti, come Memphis Slim e Tampa Red.

Nel 1935 iniziò a registrare i suoi brani, sia per la Bluebird, che per la Vocalion Records, diventando uno dei più popolari musicisti blues di Chicago, verso la fine degli anni 30 e negli anni 40, vendendo numerosi dischi, suonando incessantemente dal vivo ed incidendo oltre 160 pezzi, grazie alla sua voce poderosa e al suo talento come autore, che sopperì ai suoi limiti stilistici. Negli anni 50 il suo pubblico iniziò a scemare, vista anche la sua difficoltà di adattarsi all’emergente sound elettrico del Chicago blues. Registrò un’ultima volta per la RCA Victor nel 1949, quindi si ritirò dalle scene musicali per diversi anni, e divenne un funzionario di polizia a Chicago.

Nel 1953 incise nuovamente con Broonzy e Memphis Slim, e nel 1959 Samuel Charters incluse il suo brano I’ve Been Treated Wrong nella compilation The Country Blues for Folkways Records, e Brown per un breve periodo riprese ad esibirsi, nei primi anni 60. Morì per un disturbo cardiaco a Chicago, e fu sepolto in un sepolcro senza lapide al Washington Memory Gardens Cemetery di Homewood, in Illinois. Nel 2009 il produttore Steve Salter organizzò un concerto, che ebbe luogo al Howmet Playhouse Theater di Whitehall, in Michigan, per raccogliere i fondi necessari per erigere una lapide per il sepolcro di Washboard Sam.

Scheda liberamente e parzialmente tratta dal libro UN SALTO NEL BLUES, di Salvatore Amara – CUEC Editrice www.cuec.eu

Brano del giorno: I’VE BEEN TREATED WRONG (“sono stato maltrattato”)

Grazie all’ascolto di questo brano possiamo familiarizzare con uno degli strumenti più “vecchi” utilizzati dai primi bluesmen, e precisamente il o la washboard (“l’asse per lavare”), ossia la tavola in legno o in metallo utilizzata proprio per lavare i panni, che percossa e/o grattata ritmicamente – lungo le scanalature presenti – da ditali di metallo, appositamente posizionati sulle dita, permetteva di ottenere un accompagnamento percussivo dal suono decisamente accattivante.

NONO APPUNTAMENTO VENERDÌ 29 LUGLIO 2016
Nella prossima puntata di “RICORRENZE MUSICALI” si parlerà di CHARLES HENRY CHRISTIAN, noto CHARLIE, nato a Bonham, Texas, il 29 LUGLIO 1916.

ACCEDI al FORMAT di approfondimento “PERCORSI MUSICALI”, sempre ideato e curato da SALVATORE AMARA in cui l’autore-chitarrista segnala alcuni aspetti, musicali e non, relativi al brano scelto

Per maggiori informazioni:

– sull’Autore: visita il sito web www.salvatoreamara.it

Il libro UN SALTO NEL BLUES può essere acquistato nelle migliori librerie e anche on line su

www.ibs.it

www.amazon.it

e in tutti i principali portali web

Salvatore Amara

Salvatore Amara

Chitarrista, cantante, compositore, scrittore.


Tags assigned to this article:
BluesRicorrenze Musicali

Related Articles

“Far Away” è il nuovo singolo di Julia Kee & The Equalizerz

Disponibile dal 10 gennaio, sul canale Youtube dell’etichetta Rising Time Label e in free download, il nuovo singolo “Far Away”

Smooth Jazz 4tet al Cayo Loco – ven. 18

Grande ritorno degli Smooth Jazz 4tet al Cayo Loco per una serata dedicata al genere Smooth Jazz. Nella splendida cornice

CREUZA DE MA’ – MUSICA PER IL CINEMA

Creuza de Mà, proiezioni, concerti, incontri e seminari, tutto all’insegna della musica per cinema. Proiezioni, concerti, incontri e seminari all’insegna

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment