“RICORRENZE MUSICALI”: BILLY GIBBONS

“RICORRENZE MUSICALI”: BILLY GIBBONS

Venerdì 16 Dicembre 2016, 19° puntata di “RICORRENZE MUSICALI”: BILLY GIBBONS

 Rubrica ideata e curata da Salvatore Amara, chitarrista e autore cagliaritano.

Il giorno 16 DICEMBRE 1949 a Houston, Texas, nasceva

WILLIAM FREDERICK GIBBONS, noto BILLY

BILLY GIBBONS
William Frederick Gibbons, noto Billy (Houston, Texas 16 dicembre 1949).
Cantante, autore e chitarrista hard rock blues, attore e produttore. Nato a Tanglewood, sobborgo di Houston, da un padre intrattenitore, direttore d’orchestra e pianista, che lavorava con un suo cugino, direttore artistico per la MGM Studios, nel 1963 ricevette la sua prima chitarra elettrica, per il suo tredicesimo compleanno, una sunburst Gibson Melody Maker, con un amplificatore Fender Champ. Influenzato da chitarristi come Jimmy Reed, mentre frequentava la scuola Warner Brothers di Hollywood, in California, suonò in varie bands, tra cui The Saints, Billy G & the Blueflames e The Coachmen.

A 18 anni Billy Gibbons formò una band di rock psichedelico, che chiamò Moving Sidewalks, con cui incise diversi brani e l’album Flash, e in particolare scrisse 99th Floor, ispirandosi al nome della band texana, pioniera della psichedelia, formata dal suo caro amico e musicista Roky Erickson, The 13th Floor Elevators. La loro fama crebbe al punto che Gibbons e The Moving Sidewalks vennero ingaggiati come gruppo spalla della Jimi Hendrix Experience, durante il loro primo tour negli U.S.A., e fu proprio Hendrix ad insegnargli a suonare Foxy Lady, a Dallas, quando aveva appena 17 anni. Secondo alcune voci alla fine del tour Hendrix gli regalò anche la sua Stratocaster rosa, che aveva usato durante il tour, come segno di apprezzamento per il talento di Gibbons. Hendrix, divenuto amico di Gibbons, in occasione del Tonight Show e del Dick Cavett Show disse che Gibbons era uno dei migliori chitarristi degli U.S.A., e che sarebbe diventato da lì a poco il miglior chitarrista in circolazione.

Alla fine del 1969 Billy Gibbons formò gli ZZ Top, con il bassista Dusty Hill e il batterista Frank “Rube” Beard, già membri della band American Blues. Messo a punto il loro tradizionale sound blues-rock, nel 1971 uscì il loro primo album, ZZ Top’s First Album, per la London Records, cui seguì un’intensa attività dal vivo ed altre incisioni fino al 1977, quando si presero un meritato riposo, mentre il loro manager storico cercò di raggiungere un accordo per consentire alla band di assumere il controllo di tutte le loro precedenti incisioni, al fine di distribuirle con la nuova etichetta Warner Bros. Records. Nel frattempo, senza peraltro essersi messi d’accordo, sia Dusty Hill che Gibbons si fecero crescere la barba, che divenne poi un loro marchio di fabbrica. Nel 1983 gli ZZ Top pubblicarono Eliminator, il loro più grande successo commerciale mondiale, che divenne pure disco di diamante. Billy Gibbons grande appassionato di auto, chiamò Eliminator la sua Ford Coupe customizzata del 1933, che apparve in tre video musicali, che ora si trova nella Rock and Roll Hall of Fame di Cleveland, in Ohio. Nel 1994 la band firmò un contratto multimilionario per 5 dischi con la RCA Records. Gli ZZ Top sono l’unica band di piccole dimensioni a non aver mai cambiato formazione in oltre 40 anni di attività. Gibbons ha inoltre collaborato con tantissimi musicisti di vari generi musicali, tra cui B.B. King, Les Paul, John Mayall e Jeff Beck, altro grande appassionato di auto, e ha partecipato pure a numerosi programmi televisivi, recitando anche come attore.

Scheda liberamente e parzialmente tratta dal libro UN SALTO NEL BLUES, di Salvatore Amara – CUEC Editrice www.cuec.eu

Brano del giorno: LA GRANGE


Questo brano rappresenta al meglio le qualità musicali degli ZZ TOP, dichiarati Eroi Ufficiali dello Stato del Texas, super gruppo rock blues che oggi, con oltre 50 milioni di albums venduti (di cui 25 milioni solo negli U.S.A.), 11 dischi d’oro e 7 dischi di platino, rappresenta il power trio più longevo tuttora in attività, dato che continua a pubblicare albums e ad esibirsi dal vivo. Dopo aver suonato in tour per svariati anni, gli ZZ TOP raggiunsero il primo grande successo con il terzo album, Tres Hombres (1973), contenente appunto il celebre brano boogie intitolato La Grange, citazione della casa di tolleranza di La Grange, in Texas, che ispirò il musical The Best Little Whorehouse in Texas. Oltre ad essere noti per la loro musica esplosiva, il cui sound è caratterizzato dalla semplice chitarra distorta e potente, tipicamente rock blues, gli ZZ TOP sono anche celebri per il loro look originale, con lunghe barbe, occhiali da sole e cappelli. La nascita di questo look è decisamente curiosa; infatti, a metà anni 70 gli ZZ TOP si presero una pausa, durante la quale Billy Gibbons viaggiò in Europa, Beard andò in Giamaica e Hill in Messico. La pausa sarebbe dovuta durare 90 giorni circa, ed invece durò oltre due anni, lasso di tempo in cui, all’insaputa l’uno dell’altro, sia Hill che Gibbons si erano fatti crescere la barba, che ben presto divenne parte dell’immagine da “uomini di frontiera” della band. Nel 1984 la compagnia di rasoi Gillette offrì ai due barbuti un milione di dollari per rasarsi la loro barba per una pubblicità, ma l’offerta fu rifiutata. L’unico membro della band a non portare regolarmente una lunga barba è il batterista Frank Beard, il cui cognome, in inglese, però vuol dire proprio “barba”! Anche l’origine del nome della band fu oggetto di gossip e venne resa ufficiale solo dopo molti anni. Alcuni dicevano che derivava da due marche di cartine per rollare sigarette, Zig-Zag e Top, altri che era un tributo al noto bluesman Z.Z. Hill, altri ancora che si intendesse facilitare la ricerca degli albums della band negli scaffali dei negozi, sempre all’ultima posizione a causa della doppia zeta. La vera origine fu, invece, rivelata proprio da Billy Gibbons , nel suo libro Rock + Roll Gearhead, ossia che si trattò di un tributo al Maestro di blues B.B. King. Inizialmente, infatti, pensarono di chiamarsi Z.Z. King, invece di B.B. King, ma poi decisero di sostituire King con Top, creando così il nome ZZ Top. Gibbons è oggi uno dei chitarristi viventi più celebrati del panorama blues rock.

VENTESIMO APPUNTAMENTO VENERDÌ 30 DICEMBRE 2016
Nella prossima puntata di “RICORRENZE MUSICALI” si parlerà di WILLIE LEE BROWN, deceduto a Tunica, Mississippi, il 30 DICEMBRE 1952

ACCEDI al FORMAT di approfondimento “PERCORSI MUSICALI”, sempre ideato e curato da SALVATORE AMARA in cui l’autore-chitarrista segnala alcuni aspetti, musicali e non, relativi al brano scelto.

Per maggiori informazioni:

– sull’Autore: visita il sito web www.salvatoreamara.it

Il libro UN SALTO NEL BLUES può essere acquistato nelle migliori librerie e anche on line su

www.ibs.it

www.amazon.it

e in tutti i principali portali web

Salvatore Amara

Salvatore Amara

Chitarrista, cantante, compositore, scrittore.


Tags assigned to this article:
BluesRicorrenze MusicaliRock

Related Articles

Festival MArteLive seleziona artisti e musicisti under 40 per il concorso nazionale – Spettacolart

Il premiato Festival multiartistico MArteLive apre le porte a musicisti e artisti under 40 in tutta Italia In vista della

TXD SMOOK: è uscito il video “Siamo la Tentazione”

“Siamo la Tentazione” è il secondo singolo estratto dall’album dei TXD SMOOK (Tuxedo Smooking) La band torna con una canzone

David Bowie, il Duca Bianco, negli scatti di Masayoshi Sukita – Spettacolart

 “Heroes – Bowie by Sukita” 60 scatti di Masayoshi Sukita raccontano la star David Bowie Al Palazzo Medici Riccardi dal

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*