Fioricoltura-Daniela

Roberto Massa

Roberto Massa

Roberto Massa

Nasce nel 1971 a Cagliari e già nel 1977 inizia a suonare la chitarra prendendo le prime lezioni da Nanni Serra.
Trasferitosi a Ortacesus incomincia lo studio dello strumento da autodidatta.
All’età di 10 anni affianca lo studio della chitarra a quello del pianoforte che più in là lascerà per dedicarsi pienamente allo studio della chitarra.
La formazione chitarristica avviene attraverso l’ascolto di gruppi come Led Zeppelin, Deep Purple, Pink Floyd e tutto ciò che offrivano di buono gli anni ’70.
Nel 1987 conosce Riccardo Pittau, iniziano i primi studi di musica Jazz e con lui forma la Band “Gypsy’s” prettamente rock con una dose funky e jazz.
Successivamente l’incontro con Murgia A. lo porta a far parte dei “Maverick’s Bad Breath” band metal di Villasor in auge negli anni 90′ capitanati sempre da Murgia la band si evolve e porta avanti il progetto “Man on the margin” che nel 98 li porterà a incidere il Disco “Songs of Innocence & of Experience” musicando poesie di William Blake.
E’ in “Electric dancer” dei MoM (2007) completamente arrangiato dal Massa che si può cogliere al meglio la vena rock del chitarrista.
Il disco verrà definito dalla rivista “Suono” come uno dei migliori dischi di rock usciti in Italia dopo la scomparsa del rock, ed è in vendita in tutti gli store online.
Nel 2010 realizza la musica, in stile ambience, per uno stand della Fiera dell’illuminazione a Francoforte.
Nel Dicembre 2011 fa parte dei “Riccardo Pittau & his Cupfakes” Progetto originale, nato per suonare alla premiazione alla carriera di Pupi Avati, che riunisce musicisti dalle variegate e diverse esperienze alle prese con un comune denominatore, il primo jazz, quello bianco e sopratutto nero delle bische e dei riverboats.
In tutti questi anni, anche se l’attività concertistica è prettamente rock, approfondisce sempre di più lo studio della musica jazz e dello stile manouche.
Nell’aprile del 2016 il portale della rivista GuitarWorld (guitarworld.com) gli fa un articolo sull’arrangiamento originale del brano “For the love of God” di Steve Vai suonato in chiave Gypsy Jazz.
Suona tutt’ora con la sua band i Swing Project, con i Cupfakes di R.Pittau, Chronology Acoustic Trio e special guest nei Needle’s Fireplace.

canale youtube di Roberto Massa “spidermanbob71”

https://www.youtube.com/channel/UCMCJW0R5NvhYp1RutKCKGUQ

 


Tags assigned to this article:
Gypsy Jazz

Related Articles

THE ITALIAN MOOD PROJECT

THE ITALIAN MOOD PROJECT Swing. Salve sono David Costantino, ideatore e cantante del THE ITALIAN MOOD PROJECT, nato nel novembre 2014

UNDERDOGS

Underdogs Rap Il progetto UnderDogs nasce dall’unione di Daniele Moi aka The Fitter Mood & Simone Pisano aka Chat Noire.

TREE BLUES

Tree Blues Blues, rock’n’roll La band nasce nel lontano 1996 con l’idea di Nilo, in arte Mr. Stang, chitarrista e

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*