Sanremo Videoclip Award: doppio premio per Giovanni Selis

Sanremo Videoclip Award: doppio premio per Giovanni Selis

Doppio premio al Sanremo Videoclip Award per il tempiese Giovanni Selis con “Vivo per metà” distribuito dall’ etichetta sarda “La Stanza Nascosta Records”.
Si è aggiudicato il terzo posto nella categoria inediti.

Il videoclip del brano realizzato da Irene Franchi e Roberta Morelli di “stacco 12” ha inoltre ottenuto il premio per la miglior regia. A Sanremo la consegna dei riconoscimenti.

Si è appena conclusa a Roma la finale nazionale del “Sanremo Videoclip Award”, evento organizzato dalla “Barrett International Group” in collaborazione con l’associazione “Naschira”.
Fondatrice del “Barrett International Group” (https://www.barrettinternationalgroup.com/) è Virginia Barrett: discendente della poetessa inglese Elizabeth Barrett Browning, laureata in pianoforte al Conservatorio di Benevento, la Barrett svolge attività artistica come attrice, regista, autrice e produttrice.

La giuria, composta da Martine Brocharde ( Attrice e Scrittrice ), Angelo Bassi ( Pro-duttore Cinematografico “Mediterranea Film” ), Matteo De Angelis ( Autore della Fo-tografia “AIC Imagò” ) e presieduta dal Maestro Vince Tempera ha assegnato al bra-no“Vivo per meta” del tempiese Giovanni Selis, distribuito dall’etichetta sarda “La Stanza Nascosta Records”, il terzo posto nella categoria inediti.
Il videoclip del brano, per la regia di Irene Franchi e Roberta Morelli di “Stacco 12” ha inoltre ottenuto il premio per la miglior regia.
La “Ceremony Awards”, ovvero la consegna ufficiale dei premi, si terrà a febbraio nella Città dei Fiori, durante la settimana di svolgimento della kermesse sanremese.

A dicembre Giovanni Selis prenderà inoltre parte al concorso internazionale “Il vinile d’Argento”, dedicato a Jimmy Fontana, che si svolgerà a Roma.
La promozione di Giovanni Selis è curata da Verbatim Ufficio Stampa della giornalista sarda Claudia Erba.

VIVO PER META’-IL BRANO
Vivo per metà è un brano dalla forte impronta pop con frequenti sottolineature ritmiche ed accensioni emotive, impreziosito dai disegni degli archi e da raffinate architetture pianistiche. La vocalità duttile di Selis, dall’immediato appeal radiofonico, consolida la vocazione internazionale del risultato finale, consegnandoci una catchy song di assoluta perfezione stilistica.
Vivo per metà-spiega il cantautore-è per me, in assoluto, il brano più significativo dell’album.

Il pezzo è dedicato al produttore discografico Piero Calabrese, persona di grande umanità e di grande sensibilità artistica. Un brano scritto e musicato con il cuore. L’anima di questo lavoro sta tutta nell’utilizzo quasi ossessivo degli archi. La parte orchestrale è il pilastro portante del brano.
Il videoclip di Vivo per metà, interamente girato sul monte Limbara, è firmato Stacco 12.

STACCO 12
Stacco12- che collabora stabilmente con l’etichetta- nasce a maggio del 2014 da un’idea di Irene Franchi e Roberta Morelli, che decidono di unire le loro competenze tecniche e artistiche in un’unica realtà commerciale. Irene e Roberta si sono entrambe formate all’Accademia di Belle Arti di Carrara, indirizzo Arti multimediali, conseguendo la laurea triennale e specialistica con il massimo dei voti. Per oltre 10 anni hanno lavorato e studiato con professionisti del settore e si sono specializzate nella ripresa, montaggio e post-produzione video. Accomunate dalla grande passione per il video hanno creato dapprima una società culturale -Timeline Group- che ha dato alla luce diversi lavori artistici e culturali; con la nascita di Stacco12 il progetto ha acquisito una connotazione professionale e commerciale. La contaminazione di differenti linguaggi espressivi (arte, musica, natura) e la multidisciplinarietà sono caratteristiche peculiari del loro modus operandi.
Stacco 12 è su Facebook: https://www.facebook.com/stacco12/
Sito internet: http://stacco12.it/stacco12/home.html
IL VIDEOCLIP DI VIVO PER META’, PREMIO PER LA MIGLIOR REGIA AL SAN-REMO VIDEOCLIP AWARD
“Vivo per metà “-raccontano le due videomaker- nasce da una lacerazione, da una perdita che di-venta il motore di un ideale viaggio di ricerca, culminante con un ricongiungimento quasi metafisico all’interno di un paesaggio trasfigurato e fortemente evocativo. L’impiego del rallentatore o slow-motion persegue volutamente una amplificazione dello stato d’animo del protagonista principale, con intervalli di dilatazione di una formula narrativa per il resto lineare, nella quale il montaggio è funzionale alla rappresentazione di un intenso crescendo emotivo. Come sempre-prosegue Irene Franchi-i luoghi della Sardegna si prestano perfettamente al racconto di un altrove senza tempo collocabile quasi ovunque; archetipico senza essere tipico. Il lavoro che ha condotto ala rea-lizzazione del videoclip è stato svolto in sinergia con l’artista: il soggetto del videoclip è del can-tautore; a noi è stata lasciata piena autonomia nelle scelte artistiche e visive della narrazione.”


Tags assigned to this article:
Cantante popCantautorenuovo videoclippopvideoclip

Related Articles

FUMETTI NEI MUSEI: LA PRIMA COLLANA CHE RACCONTA I MUSEI STATALI

Le illustrazioni dei più celebri fumettisti italiani per raccontare la storia dei musei statali. Nel progetto 22 graphic novel d’autore

“Un’alba ancora”, il nuovo singolo di DavideStilo

“UN’ALBA ANCORA”, il nuovo singolo di DavideStilo, pubblicato a metà dicembre 2017.   Il brano nasce dalla collaborazione col chitarrista

TANTI OSPITI IN STUDIO CHE SUONERANNO IN DIRETTA A SOUND STREETS

Puntata n.14 di Sound Streets, Domenica 7 Febbraio 2016 La trasmissione radiofonica ideato e condotto da Angelia Ascatigno riparte come al

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*