fbpx

Recensioni: “The Goods” di “Ok Bellezza”

Recensioni: “The Goods” di “Ok Bellezza”

“The Goods” di “Ok Bellezza”

di Stefano Dentice

Una multiformità stilistica che calamita l’attenzione fin da subito, in cui è sempre presente un groove piuttosto accentuato e suadente.

The Goods è il nuovo progetto discografico, licenziato dall’etichetta Emme Record Label, firmato Ok Bellezza, eclettico quartetto formato da Alessandro Borgini (chitarra), Nick Stimazzi (organo hammond), Nicola Tentorio (batteria) e Sebastiano Sempio (percussioni).

Il CD contiene dodici brani originali, di cui “Boobs”, “Haruka’s Mood”, “The Blitz”, “Zico”, “Detective Saridon” e “Total Blam Blam” autografati da Stimazzi, mentre “Five Forty AM”, “NR3”, “Reveillon”, “International Drunk Language”, “Bruja” e “Limerence” siglati da Tentorio.

“Haruka’s Mood” è una composizione assai accattivante. L’eloquio di Borgini è diretto, pregno di inflessioni bluesy. Il climax di “Five Forty AM” è godibile, spassoso.

Qui il chitarrista intesse un discorso improvvisativo sobrio, a tratti intriso di lirismo, senza mai (volutamente) spingere sull’acceleratore.

Il playing di Stimazzi è essenziale, ornato da un spiccato senso melodico e accompagnato dall’efficace comping cesellato dalla coppia Tentorio-Sempio.

In “International Drunk Language” colpisce di primo acchito il cullante andamento ternario, oltre a un tema semplice ma fascinoso allo stesso tempo. I soli di Borgini e Stimazzi sono entrambi apprezzabili soprattutto per finezza interpretativa e calorosità espressiva.

The Goods è un disco che attinge da una variegata tavolozza di colori, dall’estrema piacevolezza d’ascolto, in cui le dodici tracce scorrono sempre con una certa speditezza.

THE GOODS_OK BELLEZZA

Stefano Dentice

Stefano Dentice

Giornalista musicale e press agent freelance, si dedica prettamente al jazz e a generi musicali affini. Ha collaborato, in qualità di critico musicale, con riviste specializzate come Suono e riviste online quali Extra Music Magazine e Arte e Luoghi. Per queste testate giornalistiche ha prodotto recensioni, interviste e articoli. Attualmente, sempre in veste di critico musicale, collabora con i web magazine Sound Contest – Musica e altri linguaggi, Strumenti & Musica Magazine, Roma In Jazz, Italia in Jazz, SpettacolArt e Note in Vista, per i quali scrive recensioni, interviste, articoli e live report. Saltuariamente collabora anche con il portale ManduriaOggi, per il quale si occupa di musica jazz. Dal 2016, per le sezioni jazz e world music, è membro della giuria formata da critici musicali che decreta le nomination e vota per l’assegnazione dell’Orpheus Award, premio della critica in seno all’Accordion Art Festival. Si è occupato di promozione social per l’associazione musicale e culturale DeArt Progetti, scrivendo le schede di presentazione dei concerti al D’Ascoli Caffè Jazz Club. Da ufficio stampa ha lavorato per il Pomigliano Jazz in Campania (2015 e 2017), Bari in Jazz (2016) e Nazioni a Tavola di Norcia (2016). È il capo ufficio stampa del Francavilla è Jazz. Da press office ha curato la promozione di dischi quali: Lost in the Jungle (Principles Sound), Red Cloud (Dario Chiazzolino), Disordine (Chiara Raggi), In the Bloom (GB Project), Nemesi (Alberto La Neve), Lidenbrock - Concert for Sax and Voice (Alberto La Neve e Fabiana Dota), Magip (GB Project), Unfolkettable Two (Nico Morelli), A Beautiful Story (Rosario Bonaccorso), Night Windows (Alberto La Neve), I Thalàssa Mas (Francesco Mascio e Alberto La Neve). Il 13 giugno 2019 gli è stata conferita la Nomina di Accademico per Meriti Artistici da parte del Presidente dell’Accademia Internazionale Il Convivio, il prof. Angelo Manitta. Nel corso della sua attività ha intervistato svariati musicisti di blasone mondiale, come: Mike Melillo, Enrico Rava, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Giovanni Guidi, Daniele Di Bonaventura, Gianluca Petrella, Michele Rabbia, Renzo Ruggieri, Antonello Messina e moltissimi altri ancora.


Tags assigned to this article:
Ok BellezzaThe Goods

Related Articles

FUZZ VEGAS: CRITICA DELLA RAGION MISTICA

di Davide Casu. Una sala dai colori ardenti e pulsanti tra un intimo buio e la luce di se stessi,

IL PROGRESSIVE

Definizione di Progressive. La monumentale produzione progressive dalle origini a oggi ci ha regalato un quanto mai variegato orizzonte musicale

UN GIORNO AL FESTIVAL “SULLE STRADE DEL BLUES”

Sulle strade del blues – Venerdì 5 agosto 2016. Di Nicola Sulas. L’inizio del festival “Sulle strade del blues” fa

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment